DIDATTICA

A.A. 2018/2019

Economia Internazionale (9 CFU, Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza LMG/01)

Periodo di insegnamento: secondo semestre - Il corso inizierà venerdì 15 Febbraio 2019

Orario lezioni

  • LUNEDI’ 12-15 (aula 6)
  • VENERDI’ 11-14 (aula 8)

Ricevimento studenti

  • Venerdì dopo la lezione

Obiettivo del corso

Il corso ha l’obiettivo di introdurre lo studente alle principali tematiche dell’economia internazionale, presentando i più importanti elementi teorici che consentano di comprendere le determinanti e l’evoluzione del crescente processo di integrazione internazionale. In particolare, verranno analizzate le principali teorie del commercio internazionale (dal modello ricardiano, al modello di Heckscher-Ohlin, alle nuove teorie del commercio) con l'obiettivo di spiegare i vantaggi dello scambio e le ragioni delle politiche protezionistiche. Verrà poi delineato il ruolo delle imprese multinazionali e degli investimenti diretti esteri a livello internazionale. Particolare attenzione verrà inoltre dedicata alle ipotesi di interazione tra commercio internazionale e degrado ambientale analizzando sia gli effetti negativi (i.e., race to the bottom, pollution haven) che gli effetti positivi (i.e., Porter hypothesis, gains from trade) degli scambi internazionali sulla qualità dell’ambiente naturale. Verranno, infine, analizzate le dinamiche dei tassi di cambio e gli effetti delle politiche macroeconomiche in economia aperta.

Prerequisiti

L’insegnamento è indicato per gli studenti che hanno una preparazione economica di base in ambito microeconomico e macroeconomico.

Programma sintetico (programma più dettagliato: http://www.iecofin.uniroma1.it/interna.htm)

  • Modulo I. Concetti di base. Introduzione all'economia internazionale reale (commercio internazionale) e monetaria (finanza internazionale). Il mercato globale e le sue caratteristiche. La globalizzazione: cause ed effetti.
  • Modulo II. Il commercio internazionale. Le teorie del commercio internazionale. Gli strumenti della politica commerciale. L’integrazione economica regionale. Gli investimenti diretti esteri
  • Modulo III. Economia monetaria internazionale. Tassi di cambio e bilancia dei pagamenti. Il mercato valutario e le teorie per la determinazione del tasso di cambio. Effetti delle politiche monetarie e fiscali con tassi di cambio flessibili e tassi di cambio fissi.

Testi consigliati (consultabili in biblioteca)

  • Imbriani C., R. Pittiglio, F. Reganati (2014). Economia Internazionale di base e investimenti esteri, Giappichelli, Torino.

In alternativa:

  • Dominick S. (2016). Economia Internazionale, volume 1 (Commercio Internazionale); volume 2 (Economia monetaria internazionale), Zanichelli, Bologna. Sono escluse dal programma le seguenti parti: par. 3.7 e 3.8; cap. 6; par. 7.2.2.2 e 7.5.3; par. 9.5; par. 10.5; par. 12.7 e 12.8; par. 13.3 e 13.7; par. 14.4 e 14.5.
  • Per gli argomenti relativi alle ipotesi di interazione tra commercio internazionale e degrado ambientale si farà riferimento alle dispense a cura di Costantini V. (2005), Crescita economica, commercio internazionale e ambiente naturale: dinamiche e interazioni, disponibili all’indirizzo http://host.uniroma3.it/facolta/economia/db/materiali/insegnamenti/610_4196.pdfI paragrafi oggetto di studio sono i seguenti: 1.1, 1.1.1, 1.2.1, 2.1.1, 2.1.2, 2.1.3. La lettura della parte terza e della parte quarta è facoltativa
  • Per gli argomenti relativi all’emergenza globale dei comportamenti ambientali illegali si farà riferimento al testo di Pergolizzi A. (2018). Emergenza Green Corruption, Pacilli ed. I capitoli oggetto di studio sono i seguenti: 2, 6, 7, 8,11.
  • Materiale didattico aggiuntivo sarà fornito durante il corso.

Per i frequentanti: durante il corso, sarà richiesto agli studenti di elaborare un breve paper su un argomento a scelta che sarà oggetto di una presentazione (di circa 20 minuti) a cura dello studente, oppure, in alternativa di discutere in aula un paper scelto dallo studente all’interno di una reading list fornita a inizio corso. Tale presentazione contribuisce alla determinazione del voto finale di esame.

Modalità di esame: scritto + orale

  • L’esame si svolge con una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta è articolata in 4 domande che richiedono rappresentazioni grafiche. Il tempo a disposizione è di 50 minuti. Per la valutazione della prova scritta per ciascuna delle domande si può ottenere fino a un massimo di 8 punti. La prova orale si svolge di norma nello stesso giorno  della prova scritta. 

Date esami: su INFOSTUD.



Istituzioni di Economia Politica - proff. Andrea Billi/Anna Rita Germani (9 CFU, Corso di Laurea Triennale in Diritto e Amministrazione Pubblica L/14)

Periodo di insegnamento: secondo semestre. Il corso inizierà lunedì 11 Febbraio Marzo 2019

Orario lezioni

  • LUNEDI'  10-11 (aula 9)
  • MARTEDI'  8-10 (aula 7)
  • MERCOLEDI'  12-15 (aula 6)

Ricevimento studenti

  • Venerdì 14 -16

Obiettivo del corso


Il corso è finalizzato alla comprensione delle teorie di base della microeconomia e della macroeconomia e le loro implicazioni negli scenari europei ed internazionali.

Programma sintetico

Microeconomia:

Il mercato. Domanda e offerta; prezzo e quantità di equilibrio; l’elasticità. Teoria della domanda. L’equilibrio del consumatore; la linea reddito-consumo; la linea prezzo-consumo; la curva di domanda individuale; la curva di domanda di mercato. Elasticità della domanda e dell’offerta. Teoria dell’offerta. L’impresa: funzione di produzione e costi. Ottima combinazione dei fattori produttivi: isoquanto e isocosto. Le forme di mercato. Concorrenza perfetta; massimizzazione del profitto dell’impresa e proprietà generali del ricavo totale, medio e marginale. Mercati non concorrenziali. II monopolio: ricavi e massimizzazione del profitto. La concorrenza monopolistica. L’oligopolio. Il duopolio. Il modello di Sweezy.


Macroeconomia: 
Dalla micro alla macro. Contabilità nazionale e variabili macroeconomiche. Il mercato dei beni: funzione del consumo, reddito di equilibrio e teoria del moltiplicatore. Il mercato della moneta: offerta e domanda di moneta. Gli investimenti: tasso di interesse e teoria dell'acceleratore. Equilibrio macroeconomico con prezzi fissi: il modello IS-LM e ruolo della politica fiscale e monetaria. Il modello neoclassico del mercato del lavoro; domanda e offerta di lavoro, equilibrio nel mercato del lavoro. Curva di Phillips e tasso naturale di disoccupazione. Equilibrio macroeconomico con prezzi flessibili: domanda aggregata (AD) e offerta aggregata (AS). Cenni sull’economia aperta. Esportazioni, tassi di cambio e bilancia dei pagamenti.


Testi consigliati (consultabili in biblioteca)

  • Boccella N., C. Imbriani, P. Morone (2014). Analisi Microeconomica e Scelte Pubbliche, LED Ed. Univ., Milano. Sono da escludere   dal programma i seguenti capitoli: 6, 11, 12, 13 e 14. Per la precedente edizione (2005) del testo Microeconomia è da escludere dal programma la parte V
  • Boccella N., F. D’Orlando, A. Rinaldi (2014). Macroeconomia, LED Ed. Univ., Milano. Sono da escludere dal programma i seguenti   capitoli: 10, 11, 12, 13 e 14. Sono, inoltre, da escludere tutte le appendici a fine capitoli, denominate “approfondimenti”
  • Billi A., N. Boccella (2005). Strumenti per lo studio dell’Economia Politica, LED Ed. Univ., Milano.
Modalità di esame: scritto + orale
  • L’esame si svolge con una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta è articolata in 2 domande (una di microeconomia e una di macroeconomia) che richiedono delle rappresentazioni grafiche. Il tempo a disposizione è di 40 minuti. La prova orale si svolge, di norma, una volta completata la prova scritta, se il numero degli studenti presenti all’esame lo consente.

Date esami: su INFOSTUD.



Economia e Politica degli Appalti e dei Contratti Pubblici (6 CFU, Corso di Laurea Triennale in Diritto e Amministrazione Pubblica L/14)

Periodo di insegnamento: primo semestre

Orario lezioni

  • MARTEDI' 14-16 (aula 8)
  • GIOVEDI’  15-17 (aula 6)

Ricevimento studenti

  • Venerdì 14-16

Obiettivo del corso

 Il corso di economia e politica degli appalti e contratti pubblici ha l’obiettivo di fornire gli elementi fondamentali sulla disciplina in tema di appalti e contratti pubblici, anche attraverso lo studio di casi pratici. Particolare attenzione sarà dedicata soprattutto all’analisi economica dei mercati al fine di fornire gli strumenti di base per l’analisi economica delle dinamiche concorrenziali, con particolare riferimento ai problemi concorrenziali connessi al disegno delle gare e alle condotte collusive dei partecipanti. Il corso si propone pertanto di fornire un quadro degli aspetti più importanti del procurement pubblico, integrando aspetti e tematiche normative con strumenti e modelli di teoria economica.

 Programma sintetico

Gli argomenti trattati sono i seguenti: analisi economica dei contratti in situazioni caratterizzate da asimmetrie informative; analisi delle asimmetrie informative, classificate nelle tipologie dell'azzardo morale, della selezione avversa e dei problemi di verificabilità; potere di mercato e welfare; appalti e concorrenza. Argomenti oggetto di studio sono anche le fonti nazionali e comunitarie in materia di appalti pubblici e le autorità competenti, quali l’ANAC e la Consip.

Testo consigliato (consultabile in biblioteca)

  • Valeriani E. (2013). Public Procurement. Mercato, Comportamenti, Contratti e Conflitti, Cisalpino-Monduzzi ed., Milano
Verranno, inoltre, svolti alcuni approfondimenti sui seguenti testi:
  • AA.VV. (2013). The Applied Law and Economics of Public Procurement (edited by G. Piga e S. Treumer), Routledge; London and New York.
  • Pintus E. (2008). Scelte Pubbliche e Strumenti di Management per gli Acquisti. Innovazione nelle relazioni impresa – PA - società, Mc Graw Hill, 2008.
  • Dimitri N., G. Piga, G. Spagnolo (2006). Handbook of Procurement, Cambridge University Press – capitoli selezionati.
  •  AA.VV. (1994). Essays in the Economics of Procurement (edited by A. G. Bower e J. N. Dertouzos), RAND’s National Defense Research Institute, Santa Monica, CA.
  • Materiale didattico aggiuntivo sarà fornito durante il corso.

Per i frequentanti: durante il corso, sarà richiesto agli studenti di elaborare un breve paper su un argomento a scelta che sarà oggetto di una presentazione (di circa 20 minuti) a cura dello studente, oppure, in alternativa di discutere in aula un paper scelto dallo studente all’interno di una reading list fornita a inizio corso. Tale presentazione contribuisce alla determinazione del voto finale di esame.

Modalità di esame: scritto + orale

  • L’esame si svolge con una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta è articolata in 2 domande a risposta aperta. Il tempo a disposizione è di 40 minuti. La prova orale si svolge di norma nello stesso giorno della prova scritta. 

Date esami: su INFOSTUD.


Pagine secondarie (3): sezione1 Sezione2 sezione3